Archivi del mese: giugno 2010

Impresa 2.0: il futuro è nelle proprie radici.

“Io mi trovo a rappresentare un raggruppamento trasversale di circa 2000 persone che sono accomunate da due principali fattori: l’essere imprenditori artigiani e l’essere giovani, un fatto quest’ultimo, non solo anagrafico ma che implica profonde sintonie culturali e sociali. 

Siamo 2000 persone nate dal ’70 in avanti, figli della società dell’immagine e dell’informazione, cresciuti con i cartoni animati e le sit-com, gli spot pubblicitari e i videogame. Molti di noi all’università avevano già pc e telefonini, siamo quelli che se ci viene un dubbio consultiamo wikipedia, quelli che scaricano le guide turistiche sul palmare, quelli che usano le emoticon per manifestare il proprio umore… quelli che sono peer di un network, soggetti che coniugano alla perfezione il lato individuale e quello sociale, l’essere persone e al contempo far parte di molteplici reti sociali.
Ma siamo anche quelli che più direttamente stanno toccando con mano la fragilità del sistema economico attuale, la beffa dell’illusione dell’abbondanza infinita, la precarietà. Continua a leggere


Savonarola, il tiranno e il marketing

Stamattina mi sono ritrovata a rileggere una pagina di Girolamo Savonarola che mi ha fatto sorridere e riflettere. Savonarola è vissuto al tempo dei Medici a Firenze e, già che lui era nato a Ferrara, stava antipatico a molti a partire dalla sua cadenza emiliana. Era un frate domenicano, ma la storia si è sempre ben guardata dal tramandarcelo come fra’ Girolamo.  La sua figura è legata anzitutto alla storia politica: la reazione anti-medicea a Firenze in occasione della discesa di Carlo VIII nel 1494 e l’instaurazione di una repubblica. Argomentazioni di oltre cinquecento anni fa  risuonano oggi attualissime e lucide. Come se Savonarola fosse tra noi e vedesse cosa sta capitando. Ti rassicuro subito: fu scomunicato, impiccato e poi messo al rogo. L’argomentazione della chiesa fu che “predicava cose nove“. Io so che era innamorato della democrazia e della pulizia morale. Perciò fece  la fine che fece. Eretico. Direi quindi che è un uomo il cui pensiero è da prendere in considerazione.

Continua a leggere


Il fine giustica i mezzi?

Si attribuisce a Niccolò Machiavelli la fatidica frase “Il fine giustifica i mezzi.” Lui non l’ha mai pronunciata, ma evidentemente la sostanza dei suoi discorsi era questa. Che sta a significare che la politica è amorale. Ciò che conta, egli sosteneva, nella condotta di un capo di Stato è il fine e il raggiungimento del fine rende lecite delle azioni, anche se queste non sono in linea con un codice morale. Ma, purchè la suprema lex sia la Salus rei publicae, all’uomo di Stato ogni cosa è permessa.

Jose Saramago: calate il sipario, il maestro è andato via

"Non vedo quale altro nome potrei dargli. Una cosa pericolosamente simile a un essere umano, una cosa che dà feste, organizza orge e comanda un paese chiamato Italia. Questa cosa, questa malattia, questo virus minaccia di essere la causa della morte del paese di Verdi se un vomito profondo non riesce a strapparlo dalla coscienza degli italiani prima che il veleno finisca per corrodergli le vene e distruggere il cuore di una delle più ricche culture europee." (da La cosa Berlusconi, El País, 7 giugno 2009; citato ne il manifesto, 8 giugno 2009, p. 2)


Scirocco

Ho un vivo ricordo di quelle notti salentine caratterizzate dall’afa, dai letti bollenti, dai pavimenti sprigionanti calore. Tenere il balcone aperto, passeggiare in strada o raggiungere il mare sembrava essere l’estrema ratio per trovare un’aria più fresca, una scappatoia momentanea. Il calore del sud Italia è così: pervasivo, inquietante, duraturo. Somiglia molto a quelle passioni che avresti fatto meglio a consumare prima che lo scirocco stendesse la sua coperta di fuoco, quasi sabbia invischiata sull’anima. C’è un tale che sento urlare in lontananza, una povera vittima del caldo; o forse un teatrante esausto. O forse un protagonista televisivo surreale, pronto a urlare la sua ultima filippica.

Continua a leggere


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: